Pensi che dire ‘stoviglie usa e getta ecologiche’ sia una contraddizione in termini? Come può qualcosa essere sia usa e getta che green allo stesso tempo?

Bene, nonostante le critiche verso le stoviglie usa e getta, ci sono momenti in cui non possiamo evitarle. Potresti mai organizzare una festa in ufficio e portare il tuo servizio di posate e porcellana da casa? O un evento con migliaia di persone? Non è fattibile.

A volte le posate usa e getta sono inevitabili, e sono per queste situazioni dovresti usarle. In effetti, ci sono preoccupazioni per l’inquinamento e la sicurezza che tutti dovremmo prendere in considerazione prima di scegliere le stoviglie usa e getta.

In questo articolo, analizzeremo 7 materiali usati per produrre stoviglie usa e getta, con i pro e i contro del caso. Alla fine, sveleremo qual è la scelta migliore per il nostro pianeta …

Materiali per stoviglie usa e getta: pro e contro

picture of a chart comparing the DISPOSABLE eco-friendly tableware materials

1)Carta

La carta appare una buona scelta quando si tratta di utensili usa e getta, perché è composta principalmente da materiali naturali. Ma è preferibile cercare articoli fatti di carta riciclata per essere ecologici per davvero. Infatti, la carta riciclata contiene meno sostanze chimiche, non contribuisce alla deforestazione e utilizza il 40% in meno di energia nel processo di produzione.

La carta non può essere utilizzata per tutti i tipi di stoviglie usa e getta, come ad esempio le posate, ma può essere un’opzione valida per altri tipi di articoli.

Un altro svantaggio della carta è che anche i prodotti riciclati possono essere sbiancati con cloro o simili, questo processo disperde i fumi nocivi nell’ambiente.

2) Plastica

La plastica è il materiale più comune quando si tratta di posate monouso. Le stoviglie usa e getta sono normalmente realizzate in polipropilene o polistirolo.

I vantaggi si riferiscono alle sue proprietà strutturali, rispetto agli altri tipi di oggetti monouso e alla sua elevata disponibilità sul mercato.

La plastica è un materiale molto difficile da riciclare; questo riguarda sia i prodotti usa e getta che qualsiasi altro articolo. Ci sono alcuni tipi di plastica che non verranno riciclati dai comuni, come il polistirene 1. La plastica può impiegare fino a 1000 anni per decomporsi e, quando ciò accade, lascia inquinanti nel terreno e nell’acqua.
L’altro svantaggio è l’uso di sostanze chimiche nel processo di produzione, quindi è probabile una contaminazione degli alimenti, specialmente se gli articoli in plastica sono utilizzati con cibi e bevande caldi.

picture of paper cups as an example of Eco-Friendly Disposable Tableware

3) Plastica PLA

Chiamata anche acido polilattico, è un tipo di plastica ecologica composta da varie fonti rinnovabili, a seconda del Paese di produzione, come amido di mais e di grano, canna da zucchero e patate. Questa è una delle materie plastiche biodegradabili più usate al mondo.

Questo materiale plastico, noto anche come plastica di mais data la sua derivazione, può essere compostato in apposite strutture e non rilascia fumi nocivi nel processo. La plastica PLA, oltre ad essere ecologica, si adatta bene anche ai cibi caldi.

La svantaggio è che non si deteriora in natura; infatti, deve essere inviata a una struttura specifica per essere smaltita. Può anche contaminare gravemente gli altri oggetti riciclabili, se mescolati per errore.

Si tratta comunque di uno dei materiali ecologici più apprezzati e consigliati anche per la robustezza dei prodotti quando si parla di posate usa e getta.

4) Bamboo

Le stoviglie monouso in bambù sono ecocompatibili grazie al loro materiale principale, il bambù, che cresce molto velocemente; quindi non è una cattiva idea usare questi materiali per comodità. Queste stoviglie sono anche biodegradabili e compostabili.

Anche se può avere un aspetto molto green, per ottenere il prodotto finito vengono utilizzati prodotti chimici e coloranti aggressivi. Un altro svantaggio del bambù è la sua natura fragile, infatti, le persone possono dover acquistare più di una forchetta nel tempo, ad esempio perché si è rotta, quindi è necessario tenere in considerazione anche un aumento dei rifiuti.

picture of wood spoons and bowls Eco-Friendly Disposable Tableware

5) Legno

Alcune posate usa e getta in legno sono così simili a quelle di bambù che difficilmente si nota la differenza.
Anche in questo caso i vantaggi delle stoviglie monouso in legno si riferiscono alla materia prima, che è green e compostabile. Ci sono molti tipi di legno che possono essere utilizzati per ottenere il prodotto finale e, a differenza del bambù, non è necessario utilizzare sostanze chimiche aggressive. Il legno è anche piacevole da vedere e può riportare alla mente un’idea di rispetto per l’ambiente. Queste posate possono essere usate con i cibi caldi.

Tuttavia, il legno utilizzato per il monouso può sembrare uno spreco a causa della deforestazione, quindi il legno riciclato è un’opzione da preferire. Il legno non è molto resistente, perché le schegge possono finire sul cibo. Inoltre, alcuni tipi di legno possono rilasciare degli oli.

6) Canna da zucchero (bagassa)

Questo è un sottoprodotto derivante dalla lavorazione di prodotti di canna da zucchero. Sono fondamentalmente fibre di canna da zucchero.

Questa è una opzione ecologica spettacolare in quanto non comporta l’abbattimento di alberi. I prodotti di bagassa sono completamente compostabili e biodegradabili in 60-90 giorni. Questo prodotto è una solida alternativa ai piatti e bicchieri di carta, in quanto è resistente anche alle alte temperature. È la scelta tipica dei ristorante da asporto, per i loro vassoi.

Tuttavia, non sarà possibile trovare posate di bagassa, quindi la canna da zucchero non è ancora una soluzione per tutte le stoviglie usa e getta. Inoltre, non è ideale per alimenti/bevande molto caldi.

7) Rivestimento in acciaio inossidabile e riutilizzabili

Le posate monouso rivestite in acciaio inossidabile sono di gran lunga le più efficienti, perché sono ad alta resistenza ed estremamente durevoli. Di conseguenza, non si rompono, quindi sono più sicure.
Normalmente, questo tipo di articoli usa e getta non è verniciato ma rivestito in acciaio inossidabile, anzi, non esiste alcuna sostanza chimica utilizzata all’esterno. L’acciaio inossidabile è anche un materiale sostenibile e riciclabile. Ma il vero vantaggio di questo tipo di articoli per la tavola è la possibilità di riutilizzo. Pensiamo che i prodotti per la tavola rivestiti in acciaio inossidabile cambino il modo di pensare, da un qualcosa che è stato progettato per un singolo uso, a un altro dalla durata prolungata.

Lo svantaggio è che non sarai in grado di trovare molti articoli usa e getta come questo. Jupiter Flatware è un esempio unico, la sua gamma offre posate monouso in acciaio inossidabile che possono essere utilizzate fino a 10 volte e possono essere lavate anche nella lavastoviglie.
Queste posate sono totalmente flessibili e resistenti, non potrai romperle nemmeno se ci provi.
La composizione interna di Jupiter Flatware è in termoplastica ed è noto che questo tipo di plastica, a differenza di altri, è facile da riciclare per un impatto ambientale inferiore.

picture of a chart comparing the DISPOSABLE eco-friendly tableware materials

Riutilizzabile è sempre meglio del monouso

Concludiamo dicendo che è ovvio che a volte abbiamo bisogno di usare stoviglie usa e getta, ma la scelta è nostra. I prodotti, come Jupiter, che possono essere riutilizzati fino a 10 volte, sono sicuramente un’alternativa più ecologica.

Vuoi saperne di più su Jupiter Flatware?

Guarda il video. Contattaci se desideri acquistare questo prodotto per i tuoi ospiti o per i tuoi clienti, rimarranno stupiti!

 

Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su